La transumanza

Lo spostamento stagionale delle greggi dai pascoli estivi delle montagne abruzzesi alle vaste pianure del Tavoliere, o transumanza, è una pratica antichissima, ancora viva e presente nelle tradizioni e nei ricordi della gente di Capitanata.

Situata lungo uno dei principali tratturi che collegavano la piane pugliesi alle lontane montagne dell’Abruzzo, la masseria Posta di Torrebianca richiama già nel nome la pratica della transumanza. Essa era infatti una “posta” delle pecore, un luogo dove le greggi trovavano riparo alla fine del loro lungo viaggio.

Gli attuali proprietari hanno gelosamente conservato i ricordi e le testimonianze legate al mondo agropastorale del Tavoliere delle Puglie. Sono infatti presenti gli antichi carretti, i basti con cui si caricavano i cavalli e i muli, e i collari appuntiti, tramite i quali i cani da pastore si difendevano dagli attacchi dei lupi. Sono inoltre conservate le attrezzature per la mungitura delle pecore, per la lavorazione del formaggio, per la tosatura e addirittura i libri contabili, dove i proprietari annotavano puntigliosamente, e rigorosamente a mano, le entrate e le uscite dell’allevamento.